0

…Insieme nella gioia e nel dolore
a sostenerci l’un l’altro
nelle fatiche, nel malessere,
nelle ombre lunghe di valigie
che con il loro peso schiacciavano il cuore.

Intanto qualche ruga in più adornava il viso
ma mai l’anima, né il vostro amore
quello, crescendo, è diventato cura,
tenera carezza che scivola sulle guance dell’anima.

Mentre la mia voce tesse il suono del vostro amore
esso vibra, prima di perdersi tra le radici dell’anima.

        Versi tratti da “Carezza sulle guance dell’anima


…Costruimmo la nostra casa come un canto
parola dopo parola
verso dopo verso
con passi lenti e mani forti
scrivendo sulle pareti della memoria la nostra vita
che si prolunga e ci riflette negli occhi dei figli dei nostri figli
che sono gioia pura come puro diviene il nostro bene. 

Ti stringo e mi aggrappo alla roccia del tuo amore e lì rimango
come in preghiera
e mano nella mano
cammineremo insieme, ancora,
col capo bianco e a passi lenti.

Versi tratti da “5 Dicembre 1964


~ Anna Ciardullo Villapiana ©